Real Estate: la nuova frontiera è il crowdfunding

Real Estate: la nuova frontiera è il crowdfunding

Gli investimenti collettivi nel mercato immobiliare – il Real Estate Crowdfunding – sono realtà da anni nel panorama internazionale, ma in Italia sono appena approdati. Si tratta di una vera e propria rivoluzione che apre a tutti gli investimenti nel Real Estate, un settore che negli ultimi anni ha ripreso a crescere in modo importante.

Investire sul mattone è da sempre uno dei canali più efficaci per mettere a frutto i propri risparmi, ma per molto tempo questo settore è stato riservato a soggetti in possesso di una forte liquidità o gruppi di investimento, per non parlare delle competenze specifiche richieste per la valutazione dell’opportunità, la gestione del progetto e la commercializzazione del bene in seguito agli interventi. 

Come funziona il Real Estate Crowdfunding?

Come già successo per altri mercati, ad esempio quello del prestito, oggi il crowdfunding sta stravolgendo le vecchie regole anche nel mercato degli investimenti nel Real estate, con sempre più persone che scelgono di mettere a rendita i propri capitali piccoli o grandi grazie agli investimenti collettivi nel mercato immobiliare.

Si chiama real estate crowdinvesting ed è la modalità con cui chiunque può investire in un progetto immobiliare utilizzando la modalità dell’equity crowdfunding online. 

Attraverso il crowdfunding, chi cerca capitali per il proprio progetto può presentarlo su una piattaforma dedicata come la divisione Crowdre di Opstart, dove sarà visibile a un ampio bacino di utenti che, a loro volta, possono scegliere di contribuire alla raccolta anche a partire da cifre molto basse.

Quali sono i vantaggi?

L’investimento viene fatto direttamente nell’impresa impegnata a portare a termine il progetto, che mette a disposizione il personale e le competenze per gli interventi di costruzione, la supervisione e la vendita o messa a reddito successiva dell’immobile. In caso di vendita, il profitto per l’investitore deriva dal guadagno ottenuto sottraendo il capitale complessivo investito dal prezzo di vendita ottenuto.

In questo modo, anche chi non dispone di grandi capitali, conoscenze tecniche o tempo può investire nel settore immobiliare con significativi ritorni, con numerosi altri vantaggi. Tra questi, l’accesso alle iniziative più innovative del panorama attuale, la facilità di navigazione e consultazione dei documenti progettuali e dell’investimento in sé, oltre alla riduzione delle spese relative – anche grazie a importanti agevolazioni fiscali – e alla possibilità di diversificare i propri investimenti finanziando diversi progetti contemporaneamente.

Il Real Estate Crowdfunding in Italia

Lo strumento del Real Estate crowdinvesting è già molto diffuso all’estero, con un boom particolare negli USA, nel Regno unito, in Francia e in Germania.

Ma anche in Italia la formula del real estate crowdinvesting è in crescita, grazie anche alla forte ripresa del settore immobiliare che, negli ultimi cinque anni, ha invertito della tendenza al ribasso e che, solo nel 2019, ha registrato il +5,91% (fonte: Repubblica), che si somma al +16% dell’anno precedente.

Condizioni di mercato favorevoli, un nuovo canale che permette a chiunque di investire nel settore immobiliare e l’accesso facilitato a progetti selezionati per qualità e redditività potenziale: sono queste le ragioni per cui, grazie al Real estate crowdinvesting, puntare sul mercato immobiliare non è mai stato così facile o vantaggioso.

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento