Mobilità green in Italia: intervista a Lodovico Basilici Menini di Limcar

Mobilità green in Italia: intervista a Lodovico Basilici Menini di Limcar

La mobilità green è un tema sempre più in auge e sul panorama italiano si inserisce Limcar Srl, PMI innovativa che ha progettato e realizzato ElettraCity, quadriciclo elettrico Made in Italy e con design e tecnologia brevettati. Limcar è attualmente in campagna di equity crowdfunding su Opstart: abbiamo intervistato Lodovico Basilici Menini, co-founder e ingegnere.

Quale percorso professionale e quale input ti hanno portato a costituire Limcar?

La mia formazione è di tipo scientifico, ho conseguito la Laurea Triennale in Ingegneria Meccanica e il prossimo mese completerò il mio percorso di studi Magistrale in Ingegneria Gestionale. Limcar nasce 5 anni fa con la volontà di fare qualcosa per il bene dell’ambiente, in particolare nel settore della mobilità green; è una startup e spin-off di Green Vehicles, un’azienda strutturata e con esperienza nel settore dei veicoli elettrici e ibridi.

Chi c’è al tuo fianco in questo percorso? Come si compone il tuo team?  

Il team è composto da giovani professionisti formati nel settore delle energie
rinnovabili e di figure esperte operanti nel settore automotive da oltre 20 anni. È quindi un team fresco e capace, ormai consolidato, ma con molta voglia di affrontare nuove opportunità.

Quali sono state le sfide principali che hai dovuto affrontare durante il lancio dell’azienda? 

Sicuramente, essendo una startup, le sfide iniziali sono quelle di creare un brand competitivo sul mercato, con un know-how, che rappresenti un valore aggiunto rispetto alle idee concorrenziali già presenti. Fortunatamente non abbiamo avuto problemi di inesperienza, poiché essendo una società “figlia” di Green Vehicles abbiamo potuto attingere al loro bagaglio, essendo già operativa nel settore automotive da diversi anni.

In che mercato si inserisce Limcar? 

Il mercato è molto mirato, quello dei quadricicli elettrici. Questo perché rispetto alle automobili è un settore quasi interamente inesplorato ad oggi. Il quadriciclo è un servizio alla portata di tutti, infatti è possibile guidarlo a partire dai 14 anni di età; inoltre, è molto interessante lo sviluppo che può avere in molti settori e utilizzi differenti: a partire dal “car sharing” o da un servizio di tipo turistico/ricettivo (es. navetta per clienti), fino ad arrivare all’utilizzo da parte di privati (es. tragitto casa-lavoro, casa-scuola) o per enti pubblici.

Cosa differenzia Limcar dai suoi principali competitor? 

Nella realizzazione del nostro Elettracity abbiamo voluto porre il focus su alcuni aspetti innovativi, per non omologarci con quello di cui i nostri principali competitor dispongono già. Sicuramente il più importante di questi è la presenza del pannello fotovoltaico sopra l’abitacolo, che permette un surplus di autonomia per le batterie; inoltre, già di per sé la presenza di un abitacolo chiuso, resistente e riscaldabile è un valore aggiunto e una comodità che non tutti hanno, soprattutto considerando la disponibilità di due posti (conducente e passeggero) e anche di un comodo bagagliaio; un altro punto di forza è di avere tutta l’elettronica di nostra proprietà, che implementa il know-how di Limcar.

Come mai avete scelto l’equity crowdfunding?

Crediamo sia una buona opportunità quella del crowdfunding, poiché, oltre ovviamente all’aumento di capitale desiderato, è una buona forma di comunicazione, per poter poi aiutare anche il volume delle vendite. In particolare abbiamo deciso per Equity Crowdfunding, poiché in questo modo diamo la possibilità agli investitori di essere realmente partecipi alla realizzazione del nostro progetto, così da creare un senso di appartenenza e, magari, anche stimolare l’interesse per usufruire di un mezzo di cui si sentono, anche se solo in piccola parte, creatori.

Quali sono gli obiettivi futuri di Limcar?

L’obiettivo principale di Limcar è quello di crescere all’interno del mercato italiano della mobilità green e diventare una realtà concreta per lo sviluppo di quadricicli elettrici. Questo ovviamente passa attraverso le vendite, quindi un aspetto prettamente economico, ma anche attraverso una fidelizzazione del cliente e una coerenza tra quello che promettiamo nei nostri slogan e ciò che realmente realizziamo

Perché investire in Limcar?

Perché è una società Made in Italy, nata con un ideale 100% green che fa della mobilità sostenibile il suo mantra. Invitiamo ognuno a compiere il proprio piccolo passo in una direzione sempre più green, così avremo finalmente un mondo da vivere concretamente e non solo come un ideale.

Cosa consiglieresti ad altri imprenditori che vogliono avviare la loro impresa?  

Consiglierei di informarsi molto bene sul settore nel quale si vanno a insediare i loro prodotti/servizi, attraverso analisi di mercato e dei competitor. Inoltre, credo che sia una buona idea intraprendere una campagna crowdfunding, per i motivi precedentemente descritti.

Limcar è in campagna di equity crowdfunding: scopri di più sul nostro sito e guarda il webinar con loro per approfondire il tema della mobilità green con quadriciclo elettrico.

Lascia un commento