You are currently viewing Cosa si intende per green crowdfunding

Cosa si intende per green crowdfunding

Il crowdfunding è uno strumento finanziario alternativo che si applica in particolare ad aziende (startup o PMI) e a progetti innovativi, in diversi settori, tra i quali uno dei più all’avanguardia è quello della green economy: da qui è nata di recente la definizione “green crowdfunding”, per tutte quelle operazioni di crowdfunding che hanno come oggetto e obiettivo la produzione di energia pulita o comunque progetti di sostenibilità ambientale

Le aziende che vogliono aumentare la propria efficienza energetica o installare nuove tecnologie per utilizzare energia pulita, per essere più sostenibili o portarsi al passo della legislazione, fanno spesso fatica ad accedere alle tradizionali fonti di finanziamento. Questi progetti sono spesso molto costosi e non possono essere realizzati in autonomia. Il green crowdfunding è una soluzione che permette di raccogliere in tempi brevi i capitali necessari per sostenere la transizione energetica, che è una necessità sempre più urgente per il pianeta. Inoltre si tratta anche di un’opportunità di investimento molto redditizia, quindi porta vantaggi per tutti: per gli investitori, per le aziende, per l’ambiente.

Il cambiamento climatico è uno dei temi più urgenti – forse il più urgente in assoluto – a livello mondiale e le grandi potenze politiche ed economiche si stanno impegnando ad attivarsi per fronteggiarlo, promuovendo in particolare la transizione energetica e l’abbandono delle fonti fossili di energia. Le aziende devono quindi adeguarsi a nuove legislazioni in merito e le istituzioni trovare soluzioni per trasformare le società e le abitudini dei singoli in questa direzione. Proprio dai singoli può arrivare un supporto a questo processo che è ancora più concreto delle piccole azioni virtuose quotidiane e che garantisce anche un ritorno economico. 

Equity e lending crowdfunding nel settore green: come e perché

Il green crowdfunding permette anche agli investitori non professionali di investire in progetti green a partire da piccole somme, inserendo nel proprio portafoglio prodotti finanziari ad alto rendimento e a rischio basso o moderato: il settore delle energie rinnovabili è in grande espansione e lo sarà necessariamente per molti anni a venire, quindi garantisce stabilità e rendimenti più elevati rispetto alla media del mercato finanziario attuale, inoltre è indipendente dall’andamento del ciclo economico.

Le piattaforme autorizzate come Opstart permettono di accedere a progetti selezionati e verificati, entrare direttamente in contatto con le aziende proponenti, scoprire tutti i dettagli e decidere quanto e in cosa investire, in modo facile e veloce, eliminando le lungaggini burocratiche. È così che, per esempio, ha raggiunto il suo obiettivo un progetto come quello di Green Energy Sharing. L’appetibilità e la facilità di accesso del green crowdfunding per gli investitori, quindi, fa sì che le aziende possano raggiungere un vasto numero di persone e, un contributo alla volta, raccogliere le risorse economiche necessarie in un tempo molto più breve rispetto alle strade tradizionali. 

Le modalità in cui si realizza il green crowdfunding sono le stesse degli altri settori a cui si applica questa forma di finanziamento alternativa: principalmente equity crowdfunding e lending crowdfunding.

Il primo consiste nell’acquistare vere e proprie quote della società che cerca finanziamenti per le proprie idee, partecipando quindi alla distribuzione degli utili generati dal progetto una volta realizzato; il secondo, invece, è una forma di prestito collettivo, per cui si presta denaro al soggetto della campagna di crowdfunding e lo si riceve indietro con un interesse prestabilito. In Europa questi modelli partecipativi per lo sviluppo di progetti green sono già ampiamente diffusi, soprattutto nell’ambito del fotovoltaico, e l’Italia sta seguendo a ruota i Paesi più avanzati in questo ambito, come Gran Bretagna e Francia. Il nostro Paese è un terreno fertile per il green crowdfunding, sia per le risorse energetiche che il suo territorio potenzialmente può garantire, sia per l’elevato interesse degli investitori in questo tipo di investimenti.

Lascia un commento