Equity crowdfunding per un hub all’avanguardia: abbiamo intervistato Andrea Chiappini di IVH Group

Equity crowdfunding per un hub all’avanguardia: abbiamo intervistato Andrea Chiappini di IVH Group

In campagna di equity crowdfunding su Opstart c’è un hub all’avanguardia, quello di IVH Space srl. Stiamo parlando di Bleisure, uno spazio di 700 metri quadri con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento fisico per manager d’azienda, designer, architetti, alfieri del made in Italy e operatori del settore hospitality.

Abbiamo intervistato Andrea Chiappini, managing partner di IVH Group e IVH Space.

Com’è nata l’idea di Bleisure?

Bleisure nasce in risposta alle esigenze dei partner e degli stakeholder di IVH Group ma anche in risposta ad alcune richieste del mercato: c’era la necessità di avere un luogo, a Milano, dove si potesse godere di servizi business di alto livello in maniera stabile ma non per forza quotidiana. Bleisure è pensato come l’hub definitivo in cui il mondo dell’hospitality (e non solo) ha la possibilità di incontrarsi e fare filiera come mai prima. Il business matching è alla base della filosofia di IVH e il locale sarà la destinazione fisica di tutte le attività del nostro gruppo e, contemporaneamente, anche un’apertura fondamentale verso l’esterno. 

A quest’idea iniziale abbiamo aggiunto anche la componente leisure, arrivando a inventare la formula del business design cafè. Non solo un luogo di lavoro, dunque, ma anche di divertimento e ricreazione, dove organizzare eventi, happening e molto altro. Tutto questo è pensato in primo luogo per partner e stakeholder, ma è anche rivolto al pubblico generico. 

Un progetto ambizioso come Bleisure va costruito con attenzione da tantissimi punti di vista: come avete fatto a realizzare un’idea così stratificata?

I nostri soci ci hanno dato ispirazione e fiducia, garantendoci i mezzi necessari allo sviluppo del progetto così come tutte le aziende partner che, attraverso il loro supporto materiale e creativo, ci hanno aiutato a plasmare Bleisure. 

Poi, per quanto riguarda il nostro team interno, ci siamo divisi i compiti tra le varie fasi: progettazione, scelta dei materiali e dei contributor, coordinazione logistica delle forniture da parte di partner e contributor, direzione dei lavori in cantiere e tutto quel che si incontra quando ci si misura con un progetto ambizioso. 

Quali sono state le sfide più impegnative che IVH Space ha dovuto affrontare per portare a pieno compimento il proprio progetto? 

Com’è ovvio, le problematiche legate alla pandemia del 2020 hanno creato difficoltà, ritardi e intoppi. Abbiamo affrontato le avversità con entusiasmo e fiducia nel progetto, forti del fatto che ottenevamo solo risposte positive e convinte da chi, man mano, decideva di credere nel progetto. Questa convinzione ci ha consentito di trovare sempre il giusto slancio per superare gli ostacoli, compreso lo stop forzato ai lavori in cantiere durante il primo lock down. 

In che contesto di mercato si inserisce Bleisure? 

Bleisure è stato pensato fin dall’inizio come parte integrante del profondo restyling che interesserà tutto il Durini Design District e, più in generale, la zona San Babila. Il glamour, la passione per il design, la vocazione internazionale: quando parliamo di filiera pensiamo anche ad architetti e designer. Sono mondi con cui IVH Group da sempre lavora e a cui viene naturale rivolgersi. 

Il principale punto di forza di Bleisure è il suo stesso concept: un unico luogo in cui c’è tutto. Nessun’altra realtà offre tutti i servizi di Bleisure con la concentrazione di Bleisure. Qui tutto sarà immediatamente a portata di mano. Bleisure non ha concorrenza, è unico nel suo genere. Sale riunioni, salette più riservate, conference hall, business lounge, facility di tutti i tipi: qualunque cosa si immagini, in Bleisure c’è. E, in più, abbiamo un ristorante e un cocktail bar. 

In che modo Bleisure può avere un impatto addirittura rivoluzionario, parlando di hub professionali e non solo? 

Bleisure sarà il vero e proprio paradigma di riferimento, nel prossimo futuro, per tutte quelle strutture che ospitano eventi (professionali e non) e che si propongono come sede di attività di business matching. È un progetto molto ambizioso ma che ha un potenziale enorme: la nostra struttura rivoluzionerà il concetto di hub e porterà l’offerta ordinaria di servizi fruibili in un’unica struttura su un altro livello. E a questo va aggiunto un ulteriore elemento di forte differenza rispetto alle iniziative vagamente somiglianti a Bleisure: il fatturato generato dal suo metodo innovativo! 

Perché è stato scelto l’equity crowdfunding come formula di finanziamento per Bleisure? 

Rispetto ad altre forme di raccolta di capitali, l’equity crowdfunding consente di estendere l’iniziativa in moltissime direzioni, fungendo da cassa di risonanza per l’iniziativa stessa e favorendo la “contaminazione” di idee

Bleisure ha dalla sua un concept replicabile anche in altri luoghi e contesti. Avete dei “piani d’espansione” per il futuro? 

Uno degli aspetti più entusiasmanti del progetto è che ha origine da un concept replicabile all’infinito. Ci hanno chiesto di esportare Bleisure a Londra, Doha e Singapore. Altre proposte sono arrivate anche dagli USA e dal Canada. Del resto, proponiamo uno spazio che segue una filosofia molto precisa ma che è completamente personalizzabile.

Cosa può dare Bleisure a un investitore che decida di credere nell’idea? 

Entrare a far parte di Bleisure significa porre una propria, personale, bandierina nel pieno centro di Milano. È stato così anche per molti brand affermati che hanno già le loro flagship ma, allo stesso tempo, hanno anche compreso la diversità e l’efficacia del nostro modello. Questo si traduce in una posizione privilegiata all’interno di un luogo dove nasceranno opportunità, accordi e progetti nuovi. Un’oasi del business matching che può offrire chance appetibili a chiunque abbia iniziativa e voglia di darsi da fare. 

Si tratta inoltre di un’opportunità che offre la partecipazione agli utili che Bleisure farà dal momento dell’apertura in poi. Un investimento in questa fase ha un range di rendita molto vasto, senza considerare i bonus che essere un socio sostenitore di Bleisure garantisce in termini di servizi. 

Se l’intervista ti ha incuriosito e vuoi saperne di più, visita la campagna di equity crowdfunding di Bleisure su Opstart.

Lascia un commento