You are currently viewing Consulenza finanziaria e risparmio gestito: intervista a Bruno Luigi Mazzola di MoneyController

Consulenza finanziaria e risparmio gestito: intervista a Bruno Luigi Mazzola di MoneyController

In campagna di equity crowdfunding su Opstart c’è MoneyController, la piattaforma europea della consulenza finanziaria e del risparmio gestito. Abbiamo intervistato Bruno Luigi Mazzola, CEO della società.

Qual è il tuo percorso professionale e cosa ti ha portato a costituire MoneyController?

Lavoro nel mondo della finanza e in particolare nel settore del risparmio gestito dal ’93, prima come promotore finanziario, poi come manager di rete, fino a diventare responsabile di una rete di consulenti finanziari. Nel 2006 ho fondato MoneyController, allora era solo un tool di calcolo del rischio di portafoglio, nel 2016 poi è diventato una rivista online, luogo d’incontro virtuale tra la domanda e l’offerta di consulenza finanziaria.

Chi c’è al tuo fianco in questo percorso? Come si compone il tuo team?

Siamo tre soci, con specifiche competenze, inoltre abbiamo altri 7 collaboratori sparsi per l’Europa. Ogni content manager è madre lingua e scrive articoli dalla country di appartenenza: Germania, Spagna, Inghilterra, Francia.

Quali sono state le sfide principali che hai dovuto affrontare durante il lancio dell’azienda?

Creare un nuovo modello di business è sempre difficile, non puoi seguire nessuno, sei tu che tracci la rotta, gli altri poi, se sei andato bene, la seguiranno.

In che mercato si inserisce MoneyController?

La nostra è una piattaforma di pubblica utilità e di educazione finanziaria: il lettore su MoneyController trova tutto quello che gli serve per auto-formarsi finanziariamente e migliaia di consulenti finanziari ai quali chiedere consiglio, gratuitamente, velocemente e in maniera sicura grazie a un motore di ricerca che gli permette di trovare sempre il consulente ricercato.

Cosa differenzia MoneyController dai suoi principali competitor?

I nostri competitors in Europa sono prevalentemente delle directory online verticali, finalizzate alla ricerca di uno o più consuIenti; MoneyController raggiunge decine di migliaia di lettori ogni mese, in Italia sono quasi 80.000, con un’offerta ampia di contenuti educativi e informativi, news, classifiche prodotti, community, tool di calcolo per il portafoglio e per la pensione integrativa. Oltre a offrire la possibilità di contattare con un clic più di 70.000 tra consulenti e società di consulenza finanziaria in Europa, di cui 25.000 in Italia.

Come mai hai scelto l’equity crowdfunding?

Abbiamo valutato questa forma di finanziamento al pari di una campagna di marketing, per poter annunciare al mondo i nostri piani e reclamizzarli. La nostra raccolta è finalizzata tra l’altro a finanziare alcune campagne pubblicitarie nei paesi europei dove abbiamo appena iniziato a lavorare, per accelerare il posizionamento del nostro brand.

Quali sono gli obiettivi futuri di MoneyController?

Diventare la piattaforma di riferimento in Europa per l’incontro tra la domanda e l’offerta di consulenza finanziaria, aggregando milioni di lettori e centinaia di migliaia di professionisti della finanza.

Perché investire in MoneyController?

Abbiamo una storia di successo da raccontare: siamo cresciuti del 3440% in quattro anni, e il 2021 ci vede proiettati a raggiungere i risultati del 2020 già alla fine del primo semestre. Inoltre si sta verificando una condizione eccezionale per il settore delle piattaforme online in generale e in particolare nel settore della finanza, dove stiamo vivendo un passaggio generazionale della ricchezza: i millennials stanno ereditando i risparmi dai loro genitori, sono e saranno sempre di più i nuovi detentori del risparmio, con una propensione all’utilizzo del web molto consolidato. In Europa i risparmiatori sono circa 240 milioni di persone e i consulenti finanziari circa 700.000: un mercato enorme che gradatamente, come è già avvenuto in altri settori merceologici, si riverserà su piattaforme specializzate.

Cosa consiglieresti ad altri imprenditori che vogliono avviare la loro impresa?

Per avviare un’impresa i fattori che concorrono sono molti, ma l’imprenditore non può prescindere da alcuni punti chiave: deve conoscere bene il settore nel quale vuole imprendere, avere una visione chiara della propria mission, e quindi riuscire a costruire un modello di business percorribile, ma soprattutto deve avere pazienza e passione, tanta passione.

MoneyController è in campagna di equity crowdfunding: scopri di più sul nostro sito e approfondisci questi temi guardando il webinar che si è tenuto a marzo.

Lascia un commento