Decreto Rilancio: le agevolazioni per investimenti in startup e PMI salgono al 50%

Decreto Rilancio: le agevolazioni per investimenti in startup e PMI salgono al 50%

Da oggi investire nell’innovazione è ancora più vantaggioso: il nuovo Decreto Rilancio, firmato in data 19 maggio 2020, ha infatti aumentato le agevolazioni sugli investimenti. La detrazione d’imposta per chi investe in startup e PMI innovative al 50%, dall’attuale 30%.

Le agevolazioni sugli investimenti fino ad oggi

Fino ad ora, la Legge di Bilancio 2019 prevedeva delle detrazioni fiscali per gli investimenti effettuati dalle persone fisiche e giuridiche pari al 30%. Inoltre, era possibile usufruire delle agevolazioni sugli investimenti per importi fino a 1 milione di euro di investimenti per le persone fisiche e fino a 1,8 milioni per le persone giuridiche.

Che cosa cambia con il Decreto Rilancio

Con la nuova normativa le agevolazioni fiscali per gli investimenti in startup e PMI innovative passano dal 30% al 50%: si tratta non solo di un ulteriore e significativo incentivo per gli investitori, ma anche di un importante stimolo per la ripartenza dell’economia in un momento cruciale per il nostro Paese.

La detrazione d’imposta del 50% riguarda esclusivamente le persone fisiche e fa riferimento alle somme investite in maniera diretta nel capitale sociale di una o più imprese, oppure tramite organismi di investimento collettivo del risparmio. L’investimento massimo detraibile non potrà superare i 100mila euro e dovrà essere mantenuto per almeno tre anni

Infine, mentre i precedenti incentivi prevedevano una deduzione dall’imponibile, lo sconto sarà in questo caso effettuato direttamente sulle imposte dovute, con un rientro diretto di ben metà dell’investimento.

Superata la soglia dei 100mila euro, le persone fisiche potranno comunque continuare a beneficiare della detrazione fiscale del 30% per investimenti fino a 1 milione di euro.

Dai un’occhiata alle campagne attive su Opstart e approfitta delle nuove detrazioni previste dal Decreto Rilancio.

Questo articolo ha 11 commenti.

  1. Sarebbe interessante ricevere dettagliate istruzioni su come dichiarare nel mod.730 l’investimento fatto. Grazie

    1. Buongiorno Gennaro,

      per usufruire delle detrazioni è necessario compilare il modello unico, poiché il 730 non ha i campi necessari. Stiamo preparando del materiale informativo da pubblicare nei prossimi mesi.
      A presto!

      1. il che significa che se sono un lavoratore dipendente, oppure un disoccupato che percepisce l’indennizzo di disoccupazione, non posso accedere al recupero del 50% se ho investito, ad esempio, in una start up?

        1. Buongiorno Sheila,

          l’agevolazione è prevista per le persone fisiche soggette a IRPEF (quindi il lavoratore dipendente rientra) e le persone giuridiche soggette a IRES. Naturalmente per fare una valutazione della posizione specifica di ciascun contribuente è necessario rivolgersi a un commercialista.
          A presto!

  2. Mi accodo e rinnovo l interesse cosi come espresso da Gennaro.grazie

  3. Ciao, sarebbe molto utile anche per me avere le istruzioni per compilare il modello unico. Grazie anticipatamente. Saluti

    1. Buongiorno Sergio,
      sono informazioni che è meglio chiedere direttamente al proprio commercialista o consulente.
      A presto!

  4. Salve
    l’agevolazione fiscale è valida anche per le partite iva forfettarie?
    C’è un articolo o un simulatore per capire meglio?
    Grazie

    1. Buongiorno Dario,

      no, l’agevolazione fiscale è valida solamente per le persone fisiche soggette a IRPEF o le persone giuridiche soggette a IRES. Il regime forfettario è un’imposizione fiscale sostitutiva dell’IRPEF, di conseguenza non dà diritto alle agevolazioni. Bisogna però sempre valutare la posizione specifica del contribuente (ad esempio se il soggetto ha altri redditi soggetti a IRPEF).
      A presto

  5. Buona sera,
    È confermata la detrazione al 50% per le persone fisiche anche per chi investe nel 2021?
    Grazie in anticipo,

    1. Buongiorno Denise,

      la norma che aumenta le detrazioni al 50% è in vigore e non prevede una data di fine applicazione, ma per le modalità di accesso all’incentivo è necessario attendere l’emanazione del relativo decreto attuativo che attualmente risulta in corso di definizione. Ad oggi quindi non sappiamo dire con certezze quali criteri e condizioni permetteranno all’investitore di sfruttare l’incentivo al 50%.
      A presto!

Lascia un commento